Google+ Followers

Visualizzazioni totali

Privacy Policy

Lettori fissi

Ti piace il mio blog? VOTAMI

web

BURRO DI KARITE'

BURRO DI KARITE' PURO, GRANDI PROPRIETA'
 
Il Burro di Karité viene spesso soprannominato l’oro delle donne, in effetti è una sostanza naturale dalle molteplici proprietà benefiche e che può essere usato in vari modi sia per la cura della pelle che per la cura dei capelli. Vediamo da dove viene il Burro di Karité, quali sono le sue caratteristiche principali e come è possibile utilizzarlo per la bellezza personale ed il benessere di pelle e capelli
Il Burro di Karité viene estratto da un albero (il Karité appunto) che si trova principalmente in alcune zone dell’Africa centrale, tra il Sudan a Est e il Senegal e l’area del Gambia a Ovest. Si tratta di un albero di grandi dimensioni che può raggiungere anche i quindici metri di altezza e un metro di diametro, assomiglia un po’ alla nostra quercia e cresce spontaneo sulle rive dei fiumi e nel cuore della foresta equatoriale, ha dei fiori profumati e i suoi frutti sono carnosi, simili a delle prugne, all’interno di questi ci sono dei noccioli legnosi da cui si ricava il prezioso burro.
Il burro di Karité ha proprietà cicatrizzanti, emollienti, antismagliature, antirughe, elasticizzanti, idratanti, antiossidanti, lenitive e riepitelizzanti, filmanti e protettive, ma non è tutto, una delle caratteristiche più preziose di questo burro è il suo altissimo contenuto di insaponificabili, sostanze molto importanti per la tonicità della pelle, ed in particolare per il mantenimento della sua naturale elasticità.
Il burro di Karité è anche ricchissimo di vitamine A, B, E e F, infatti viene utilizzato per combattere la secchezza della pelle, le dermatiti, gli eritemi, le ustioni, gli arrossamenti e le irritazioni. In particolare, grazie al suo essere un prodotto naturale e poco aggressivo, viene utilizzato per la cura della pelle del neonato, del bambino e della donna in gravidanza.
Insomma solo da questa descrizione si capisce che il burro di Karité non più mancare tra i prodotti di bellezza, si potrebbero anche eliminare tutti gli altri.

 BURRO DI CACAO

 

Theobroma cacao

Dai frutti dell’albero del cacao (le cabosse) si ricavano i semi, dai quali si ricava il burro di cacao, ricco di acidi grassi, che assicura una particolare capacità emolliente per la pelle. Il burro di cacao Altromercato proviene dalla Repubblica Dominicana da Conacado, gruppo di produttori autorganizzati per sottrarsi alle speculazioni degli intermediari.

Origine della materia prima


Una leggenda azteca svela così le origini del cacao:
“Un giovane scudiero in partenza per la guerra, in difesa dei confini dell’impero, lasciò il suo tesoro alla sua sposa, una principessa, affinché lo custodisse fino al suo rientro. All’arrivo dei nemici, interessati al tesoro, la principessa innamorata, nonostante le minacce, non svelò il luogo in cui questo era nascosto e per vendetta fu uccisa. Dal suo sangue nacque una pianta nel cui frutto erano nascosti dei semi amari come la sofferenza, forti come la sua virtù e rossi come il sangue: era la pianta del cacao”.
 

I primi semi di cacao trovano origine in Messico. È il 1500 a.C. e sono gli Olmechi a battezzare la bevanda che deriva dalla pianta kakawa. I Maya sfruttavano il cacao come alimento energetico, lo utilizzavano nelle usanze funebri e soprattutto come moneta di scambio. Spetta a Hernàn Cortès il merito di importarlo in Europa. Le sue virtù, accompagnate al suo sapore particolare, portarono alla sua veloce diffusione, approdando nel 1606 anche in Italia.

Al giorno d’oggi, il cacao di piantagione è coltivato tra il 20° parallelo Nord e il 20° parallelo Sud, ad altitudine più bassa rispetto a quello selvatico, per comodità di raccolta. Sono 3 le grandi zone dove viene coltivato in grandi quantità, in particolare: cacao Americano (coltivato in Brasile, Colombia e Ecuador), cacao Asiatico (Indonesia e Sri Lanka) e cacao Africano (Ghana, Camerun, Nigeria, Costa d'Avorio e Madagascar).

Usi e proprietà del burro



Il cacao ci aiuta a mantenere efficiente il nostro cuore grazie ai flavonoidi, pigmenti contenuti nelle piante. I flavonoidi svolgono azione antiossidante, abbassano il cosiddetto colesterolo cattivo e impediscono l'aggregazione delle piastrine, processo decisivo verso l’arteriosclerosi.
Inoltre, sembra che il consumo di cacao protegga la pelle dal danno indotto dai raggi UV, migliorandone lo stato di idratazione e prevenendo la comparsa di eritemi. Buono anche per l’umore, facilita la produzione di endorfina, che stimola le sensazioni di euforia e benessere, attenuando il dolore.
Il burro di cacao è il grasso naturale contenuto nelle cabosse di cacao, costituisce circa la metà del contenuto utile della noce di cacao ed è ricco di acidi grassi (acido oleico e linoleico). È usato, come la polvere, per produrre cioccolato e nell'industria dolciaria. Ha proprietà emollienti, lubrificanti, protettive ed è utilizzato come specifico protettivo per le labbra (circa l'1% dell'industria è destinato all'industria cosmetica per stick per labbra). 


 

Nessun commento:

Posta un commento